Professionisti Ibridi …. sta nascendo un meme?

Segnalo il bel post del brillante Stefano Mizzella.

Pur non citando specificatamente il termine dei professionisti ibridi, a me caro da tempo, Stefano fa una ottima riflessione e soprattutto costruttiva (e a me piaciono le identità in positivo) legato a questo ambito.

Quest’anno tornerò sul tema degli ibridi, nel mentre mi chiedo se i tempi sono maturi per la emersione e diffusione di questo tema come meme.

Sci(bzaar)net una bellissima esperienza

 

Con un bel pò di giorni di ritardo voglio scrivere due parole sulla bellissima esperienza di Sci(bzaar)net, per ulteriori info e riflessioni rimando al blog specifico dell’evento.

I partecipanti sono stati fantastici e gli stimoli emersi durante gli interventi e il brainstorming finale mi piace immaginarli come fertili semi che hanno arricchito tutti (un grazie speciale agli Amici co-organizzatori e alla SPD).

 

La struttura dell’evento con gli interventi da 10 min + 6 min di domande veloci e branistorming finale ha funzionato e tutti erano molto soddisfatti. Uno dei miei intenti era proprio quello di tornare a sperimentare nuove modalità di aggregazione, oltre il BarCamp, per mettere al centro la riflessione condivisa sulle tematiche e non solo la socialità, come raccontai qualche giorno prima dell’evento su Apogeonline.

Beh, non voglio fare quello che si fa i complimenti da solo 😀 leggetevi alcuni post di riflessione su Sci(bzaar)net che partecipanti hanno scritto sui loro blog:

Dopo Sci(bzaar)net mi sono arrivate sollecitazioni a sviluppare un secondo evento e altre proposte ….. vedremo.

Questo evento l’ho ideato e organizzato con passione, il mio intento era quello di dare un contributo costruttivo. Finalmente i tempi erano maturi per fare un incontro di questo genere anche nella rete italiana, vedremo se ci sarà anche lo spazio e l’occasione di fare altro tra scienza, divulgazione, ricerca, università, innovazione e internet.

Ci tengo a dire che BZAAR (o come direbbero altri Bzaaaaaaar 😀 ) sta crescendo, ci saranno presto altre sorprese da questo fertile contenitore di idee nato come un server condiviso ….

Ora c’è bisogno di una PAUSA!

Qui trovate i video degli interventi e del brainstorming.

Qui trovate le immagini della giornata.

[Photo by: Cat]

Psiche Multipolare

Da otto anni porto avanti con passione una ricerca alla quale sono molto legato.

Partendo da una base epistemologica costruttivista e facendomi accompagnare dal modello autopoietico di vita e cognizione, insieme alla modello emergentista della mente, sto sviluppando una convergenza tra modello della psiche junghiana (in particolare il modello dei complessi a tonalità affettiva), scienze cognitive e neuroscienze.

Dire che è un obiettivo sfidante è poco ma credo profondamente in questa possibilità e nella sua enorme utilità. Quest’anno mi sembra di aver finalmente raggiunto una adeguata robustezza del modello e delle riflessioni che propongo e mi auguro di trovare tempo ed energie per scrivere e farmi pubblicare qualche articolo scientifico, vedremo.

Non voglio tediarvi con ulteriori argomenti che possono al massimo interessare gli addetti ai lavori. Capire e spiegare che la nostra mente, la nostra psiche sia un sistema multipolare non è facile in quanto è una idea controintuitiva in quanto noi ci sentiamo un Io, ci identifichiamo con la nostra unità, come è giusto e naturale che sia.

In questo appassionante ed emozionante intervento al TED, la neuroanatomista Jill Bolte Taylor ci racconta, per esperienza diretta come siamo composti da un universo di sensazioni, micro-mondi e micro-identità. Merita di essere visto.

Partecipo alla viralità

Sono tanti i motivi per cui un contenuto in rete diventa virale.

Ho trovato su Web *.0? questo interessante video autopromozionale di un giovanissimo e brillante talento di Motion Graphics Tom Geraedst. La rete è una grande opportunità per chi dimostra di essere creativo e capace, non l’abbiamo scoperto oggi.

Tom Geraedts from fubiz on Vimeo.

Chi l’ha detto che i contenuti prodotti  dal basso non sono di qualità?

Social Media Lab – IULM

Martedì 27 Novembre alle 15.00 interverrò a Social Media Lab all’Università IULM in Via Carlo Bo, 1 Milano, Aula 117 (edificio centrale), primo piano.

Social Media Lab e’ il nome di una serie di incontri su web2.0, social media e nuovi scenari della comunicazione e del business online promossi dalla Libera Universita’ di Lingue e Comunicazione IULM.

Il primo incontro e’ dedicato al web 2.0 e ai social network con un focus specifico sulle applicazioni “sociali” in ambito universitario.

PROGRAMMA

Craig Smith, O’Reilly Media
Cos’e’ il Web 2.0

Christian Ahlert, Open Business / Minibar UK
The More you Give, the More You Get: modelli di business dell’impresa 2.0

Francesco D’Orazio, IULM / MYRL / ZZUB
Breve storia dei social network: dai sei gradi di separazione ai quindici miliardi di Facebook

Gianandrea Giacoma, Psicologo, Ricercatore nell’Osservatorio PKM360, Dip. Univ. Cattolica “Elementi Teorici per la progettazione dei social network. Dinamiche psicologiche e sociali motore dei Social Network”

Stefano Mizzella, Dottorando in Società dell’Informazione, Università degli Studi di Milano-Bicocca, Bicocca
University 2.0: user-generated-content e social networking per l’innovazione nel contesto accademico

Mario Pireddu, Dipartimento di Progettazione Educativa e Didattica dell’Università di Roma Tre
Moodle e la dimensione sociale dell’apprendimento

Ivan Carta, Responsabile Marketing Radio24, UnyOnAir
UnyOnAir, il progetto ideato da Radio 24 che aiuta gli atenei italiani a creare la propria web radio.

Michele Finotto, Unilife
Social network per le universita’ italiane