Ignite – L’innovazione transdisciplinare necessita di sintesi

Mi piace la struttura veloce (se poi c’è una possibilità di approfondimento informale) dell’Ignite.

Saper indurre una sintesi costruttiva negli eventi e negli ambiti collaborativi è molto importante.

La massa di conscenze, informazioni, stimoli da gestire cambiano il modo di progettare spazi sociali, professionali transdisciplinari. Progettare regole di un evento o di uno spazio di knowledge management digitale come un social network sono presupposti fondamentali in contesti innovativi. Per esempio, in rete twitter è stato interessante (dal punto di vista del design) in quanto ha dimostrato che il “non dare spazio” produce nuove forme di comunicare altrimenti difficili da indurre.

Ovviamente tengo scontato che spazi materiali e digitali di comunicazione, socializzazione sono da considerare su di un continuum.

Per tornare agli eventi, avevo sperimentato a Sci.bzaar.net con interventi di 10 min ed era risulato un buon compromesso.

Qui di seguito due esempi di interventi all’Ignite.

Cyborg AnthropologyAmber Case

How To Make Robots More SocialHeather Knight

Annunci

3 pensieri riguardo “Ignite – L’innovazione transdisciplinare necessita di sintesi”

  1. Una delle regole sembra comunque essere: fai ridere.
    …o almeno provaci. 😉

    Il problema maggiore è che serve un sacco di tempo per esprimere un concetto in poco tempo, nonché servono le capacità per farlo.

    Le due presentazioni qui sopra sono molto dispersive: invece di dire una cosa farcisono la presentazione con moltissime cose. Alla fine non so quanto rimane, se non c’è qualcosa che singolarmente attira l’attenzione.

    Se uno è interessato, ha piacere nell’ascoltare una presentazione dettagliata (TED). Se uno è disinteressato, o poco interessato, è meglio che segua una presentazione breve intorno ad un singolo concetto. Tanto poi approfondire è sempre possibile.

    Il punto è: quale concetto?

    Mi piace

  2. Stavo per mettere anche il tuo intervento ma mi sono fermato sperando che lo linkassi tu stesso 🙂

    Costringere alla sintesi non è una certezza di successo ma se lo speech non è riuscito bene non bisogna sorbirsi mezz’ora e si passa a quello successivo.

    Che si possa e in certi casi debba approfondire è fondamentale ma come dicevo nel post a quel punto è più interattivo: può essere recuperato in un brainstorming successivo o lasciato alla curiosità del singolo che va a chiedere.

    Il TED ha molto dello show e non è un fattore sempre generalizzabile.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...